Inciso: ci rendiamo conto che tante volte abbiamo richiamato tra blog e social Adriano Baldassarre e il suo Tordomatto, ma mai con un post dedicato. Ed ora è giunto tempo.

Quella che qui raccontiamo è praticamente una “storia d’amore”.

Colpo di fulmine

Tordomatto - Svogliature

Un novembre di quasi 10 anni fa a occhio. A Zagarolo, dietro la porta dove Tordomatto è nato. Adriano Baldassarre non aveva ancora 30 anni ma una stella già sul petto ne testimoniava il genio e la disciplina per esercitarlo. Pochissimi coperti in atmosfera semplice e al tempo stesso rigorosa a fare da sfondo alle mosse in tavola di una cucina che, nel suo essere innovativa, poneva sempre al centro le materie e le loro radici. Per noi la prima esperienza insieme a una tavola stellata, come non riporla nel cuore. Cappuccino di baccalà e polpette di coda da un lato, sguardo basso e dedito dall’altro hanno accesso la scintilla.

L’amore che cresce

Tordomatto - Puttanesca

Memori delle emozioni che quella sera di novembre ci regalò abbiamo seguito nel tempo le orme di Adriano. Chiude Zagarolo, si muove per un po’ tra periferia romana, Tivoli e infine Labico da Antonello Colonna. Dopodiché la vita lo porterà lontano, in India per due anni, a sfidarsi ad evolvere. E noi curiosi continuiamo imperterriti a sbirciare da lontano. La tecnologia aiuta…

L’amore che matura e si rinnova

Tordomatto - Vacca "bruciata"

L’India fa la sua parte: Adriano torna da questo lungo viaggio evidentemente arricchito e con un bagaglio di odori e sapori con cui contamina le sue origini. Dà così forma a questa trasformazione quasi un anno fa con Tordomatto Roma, nel quartiere Trionfale a pochi metri dall’omonimo mercato. Praticamente in un triangolo ora, con Panificio Bonci e la neonata Osteria di Birra del Borgo, a far sempre più della zona un punto di riferimento della rinnovata ristorazione romana.

>> Leggi di più su L’Osteria di Birra del Borgo

Tordomatto si sviluppa in uno spazio a tre livelli: seminterrato con cucina, piano terra adibito a sala principale, primo piano con area privata da una dozzina di coperti che ben si presta ad assecondare anche occasioni intime, familiari o di lavoro. Resa di recente suggestiva da una intuizione dello Chef che l’ha letteralmente fatta incorniciare con gabbie di metallo a ospitar bottiglie di vino.

Tutto richiama naturalità, toni e materie. E nel contempo si mescola a continuo desiderio di evoluzione: nella mente dello Chef ma di lì a poco presto vivo nell’ambiente. Non è un segreto che Adriano stia sempre lì a pensare a come mutare, nella cucina e negli spazi. Ciò che è oggi da Tordomatto hai già certezza che sarà diverso domani.

Il servizio perlopiù giovane (anagraficamente ma non per capacità ed esperienza) neanche a dirlo predispone in modo sempre più impeccabile nel tempo le scene per la regia. Una regia interamente affidata a quello che la cucina crea e che in questi mesi abbiamo avuto modo di sperimentare diverse volte al cambiar delle stagioni.

Ma cosa è un amore senza passione? Semplicemente non è amore.

Tordomatto - Petit Four

E su questo, Adriano con parole semplici e al tempo stesso intense interpreta il concetto come meglio non potremmo descrivere, tanto da rispecchiarci.

Da Michelin Magazine “Passione Tordomatto; il nuovo indirizzo gourmet capitolino”, del 6 marzo 2017 (link)

“…serve umiltà, ma soprattutto passione. Perché senza passione l’unica cosa che resta è la fatica, mentre essere innamorati del proprio lavoro è uno dei segreti della felicità.”

Tordomatto - Cucina

Crediti Immagini: foto di apertura Adriano Baldassarre, le altre sono di Tavole Romane

 

Sfoglia le altre Foto di Tordomatto Roma

Tordomatto Roma

Sempre aperto, pranzo e cena

Menu degustazione da 45€, 65€, 90€; a pranzo menu da 25€ (escluso sab e festivi)

06 6935 2895

Via Pietro Giannone 24, Roma

Tordomatto

Via Pietro Giannone, 24, 00195 Roma, Italia

Ti è piaciuto l'articolo?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.