Tag: trattoria

La Fraschetta di Mastro Giorgio – sentori dei Castelli a Testaccio

Chi è Mastro Giorgio?! Beh domanda lecita per chi è inciampato in questo pezzo… Per quanto ne sappiamo il “titolare” – su insegna – della metaforica Fraschetta incuneata in una delle vie testaccine a metà strada tra lo storico mercato rionale e la nuova sede che costeggia il Monte dei Cocci. Su via Alessandro Volta nel bel mezzo di due “celebrità”: da un capo Volpetti, dall’altro (e per giunta confinante) l’antenato di tutte le Trattorie Romane Felice Trivelloni. L’aspetto non è esattamente quello della consueta e verace fraschetta tutta tovaglie a quadretti e fiaschi. O meglio l’ispirazione è chiara nell’arredamento informale, nel legno scuro e dominante di tavoli, sedie e scaffali, nell’allestimento dei coperti, nei richiami a botti e vino, ma è altresì chiara ed evidente la curata rivisitazione del locale per accogliere un pubblico più “cittadino”. Ben accetti gruppi e comitive a giudicare dagli ampi spazi interni a destra e a sinistra dell’entrata. All’esterno nulla? Purtroppo poco…l’ingresso in fraschetta (richiamata da rami e ramoscelli) è preceduto dal passaggio per un cortile che evidentemente nella bella stagione ospita qualche tavolo, ma giusto qualche tavolo. E veniamo all’offerta. Questa si che sa di “fraschetta”, seppur a tratti imborghesita dalla presenza di presìdi o marmellate e gelatine “accompagna-formaggi”. Ma andiamo in ordine. Degni di nota gli antipasti con salumi (carne secca di manzo, porchetta artigianale, mortadella grigliata, prosciutto di Parma e di Norcia…),...

Leggi tutto

Trattorie: una specie in via d’estinzione? Noi abbiamo fatto un giro per Roma…

Articolo da cui è stato tratto – con qualche rivisitazione – il post pubblicato su Dissapore Le migliori trattorie di Roma? La discussione è ufficialmente aperta. Contribuite anche voi alla discussione! Gastrofanatici, gastrofighetti et similia udite udite: questo è un articolo che va alla ricerca dello “spendo poco e mangio tanto e bene”. La lettura potrebbe causare rottura di tastiere o melafonini ed altri effetti collaterali, si consiglia di astenersi!  “Vado fuori a cena: avrei proprio voglia di mangiare qualche buon piatto romano, genuino e di qualità. In un posto informale, dal clima disteso e familiare. Possibilmente uno di quelli in cui non ti spennano e servono porzioni generose…non vorrei cercare nel piatto col binocolo! Insomma avrei giusto voglia di cenare in una buona TRATTORIA! Suggerimenti? Ma per favore non solo i soliti e noti indirizzi…” Tante volte ci siamo sentiti riproporre questa domanda da amici e conoscenti e quasi certamente non è nuova neanche per voi che leggete. Si scorgono interrogativi analoghi pure qui e lì su Dissapore e dintorni. Complici anche alcuni commenti in tema a recenti post su Dissapore, eccoci a dire la nostra su quanto si scorge nel panorama romano. Le Trattorie nel senso più stretto del termine e che coniugano quindi abbondanza delle porzioni, qualità dei piatti, cucina locale, ambiente semplice e costi contenuti paiono ormai “mosche bianche”.  Gli antichi e tradizionali indirizzi sulle scene da decenni...

Leggi tutto

Tavole Romane, alla ricerca di tutto il Buono di Roma – Da 7 anni!

La Mappa del Gelato

Mappa del Gelato Artigianale a Roma

La nostra Top30 delle gelaterie artigianali di Roma

Registrati

Inserisci la tua email per registrarti e rimanere aggiornato sui nostri nuovi contenuti! Quando vorrai potrai revocare l'iscrizione.

Cinguettiamo

Video

Loading...

Google Translate

Pin It on Pinterest