Spazio Niko Romito Roma: nuova colazione con ‘Pane e Caffè’ in Piazza Verdi

Scritto da | 12 Feb, 2018 | Colazione, Forni e Spuntini, Parioli - Flaminio, Pranzo e Cena | 0 commenti

VOTO: n.d. (recente apertura con offerta colazione in rodaggio)

Qualità molto buona

Offerta molto varia

Ambiente curato

Servizio cortese

cappuccino 1,50, brioche 1,50, bomba/ciambella 2,50, ciambellone 2,00 (al banco)

Piazza Giuseppe Verdi 9/E, Roma

Una delle prime grandi aperture romane del 2018, a fine gennaio, è stata quella del nuovo locale Spazio dello chef Niko Romito. L’uomo delle 3 stelle Michelin del Reale Casadonna a Castel di Sangro, dopo l’esperienza presso Eataly e lo sbarco a Milano, ha trovato uno spazio (appunto) davvero tutto suo anche nella capitale. Iniziativa che fa parte del percorso di espansione imprenditoriale di Romito – nuovi locali, internazionalizzazione, formazione.

Si tratta in realtà di due locali indipendenti, sebbene vicini, con differente vocazione. Su via Guido d’Arezzo il ristorante, su Piazza Verdi il caffè-panetteria. L’etichetta Spazio e il richiamo al nome dello chef rimangono irrinunciabili.

Il quartiere prescelto è quello elegante dei Parioli, sulla solitamente tranquilla Piazza Verdi, a pochi passi da Viale Liegi.

Per la colazione non potevo non testare prima di tutto Spazio Pane e Caffè. Aperto dalle 7:00 alle 23:00, si presenta come panetteria – da tradizione abruzzese, dove sono le origini di Romito – e bistrot per spuntini dolci e salati.

Fin dalla mattina si possono acquistare diversi tipi di pane, panini farciti, brioche salate. A pranzo è ancora protagonista il pane, servito a fette o in panini con condimenti tipicamente italiani o ancora in versione toast. Si affiancano “focacce”, ossia piccole pizze tonde assortite, qualche insalata e piatto cucinato (zuppe e sformati, secondi, contorni) più fritti. Il tutto, anche da asporto.

L’esperienza da Spazio Niko Romito Roma a colazione

La colazione cerca un’identità propria, golosa e con prodotti scelti. Non ci sono i cornetti classici. Nel menu troneggia invece il ciambellone della mamma, molto classico nei sapori. Non poteva mancare il pane con burro e marmellata, miele e ricotta, crema al cioccolato o crema alla nocciola. Ci sono poi brioche, semplici, veneziane (con crema), con gocce di cioccolato e tentazioni come maritozzi con la panna, bombe con crema, cioccolata e marmellata, ciambelle. In più ferratelle abruzzesi, pane antico con frutta secca, crostatine, fette biscottate con la marmellata, ciambelle semplici, al cioccolato o alla marmellata. E poi tartellette di pasta frolla, biscotti, pane antico con frutta secca.

Come colazione salata si preparano uova strapazzate o in camicia con guanciale.

Per i più salutisti lo yogurt. Da bere oltre alla caffetteria tradizionale spremute e centrifughe.

L’ambiente è moderno, in bianco e nero, essenziale e funzionale. Una cucina a vista, un lungo bancone, tavolini interni. Si notano subito grande pulizia ed ordine. Il servizio è attento e premuroso, i prezzi sostenuti.

L’inizio è incoraggiante, come alternativa alle colazioni classiche, con la certezza di trovare solo prodotti realizzati con cura.

Crediti immagini: Tavole Romane, Raffaella

>> VAI ALLA Mappa delle migliori Colazioni a Roma

>> SCOPRI i nostri “Oscar” della Colazione 2018

Spazio Niko Romito

Piazza Giuseppe Verdi, 9/E, 00198 Roma RM