Non è un segreto ormai che Tavole giri con una certa frequenza per Monteverde…o forse per alcuni lo era e ora non lo è più!

Non è un segreto poi che respirare quotidianamente il quartiere  – percependone il fermento culinario – sia divenuto ad un certo punto  desiderio di raccontarlo tra i post e “trasmetterlo” nei nostri Food Tour. Forse per intimo intuito, forse per voglia di scommessa su una zona che menzioniamo ormai da circa un paio d’anni? Ora con una certa soddisfazione ci rispondiamo “si per intuito…scommessa vinta!” a giudicare dalle continue aperture di zona. E un certo piacere ce lo ha lasciato anche constatare che il TG2 ha voluto darci credito sull’argomento, visto che giusto qualche settimana fa con la rubrica Eat Parade si è messo sulle tracce del nostro Food Tour che corre per Monteverde.

E di nuovo -per restare in tema di riprese – non è un segreto che sempre più registi intrufolino i loro set cinematografici tra vie, case e condomini di Monteverde per ritrarre Roma, coglierne l’anima e migrarla in scena. Ultimo tra gli altri una firma preziosa del nostro cinema Ferzan Ozpeteck con “Magnifica Presenza“.

E così mentre accomodati in sala lo sguardo segue il via vai di un sorprendente Elio Germano tra via Cavalcanti e via Poerio, tra la magnetica e “affollata” casa protagonista e il bar antistante, tra le corse sul tram numero 8 e l’immancabile “ozpetekiano” Andreotti – dove il protagonista prepara nottetempo cornetti – sale il desiderio di rispolverare il quartiere con un giro di Presenze targate Tavole.

Ecco allora sul versante Monteverde Vecchio, quello che guarda Roma dal Gianicolo, quello che corteggia e al tempo stesso custodisce Villa Pamphili e ancora quello che ha accolto il genio di Esher colazione tutta lieviti da Dolci Desideri o poco distante da Caffè Fiorini,  pizza a taglio e supplì da Eligio Fattori in via di Villa Pamphili o da Simone in via G. Carini e ancora sosta pic-nic nel verde a firma Vivi Bistrot, pausa kosher che incontra la tradizione romana da Barrili 66 o pranzo/cena gourmet sulla vetta della collina all’Antico Arco.

Poi giù verso Gianicolense, verso Portuense sulla “sponda” Monteverde Nuovo che ospita il mercato giornaliero di San Giovanni di Dio ad inciampar nella pizza della Gatta Mangiona, nella pinsa dell’Antica Schiacchiata Romana, in quella a taglio di Disney Pizza, nei sapori mediorientali di Mezé, nel gusto creativo di Osteria Pistoia o ancora nei piatti tutti romani di Cesare al Casaletto (un po’ al confine ma concedetecelo!)  e di Osteria di Monterverde. Per finire poi in dolce compagnia con le creazioni di Cristalli di Zucchero, la tradizione di Ghimenti, un cono alla crema dallo storico Tony ai Colli.

Ma il quartiere non è fermo qui. Che è in costante movimento lo dicono La Gourmandise gelateria artigianale nata circa un anno fa più le stra-recenti aperture di Pasticceria Nonna Nani dai proprietari di pizzeria da Simone di cui è dirimpettaio, Cafè Vert (su via A.G. Barrili) che porta in tavola – da mattino a sera – su carte urbanistiche di zona dai toni vintage piatti salati mordi e fuggi ben fatti e qualche dolce, Trattoria del Pesce (in via Folco Portinari) ultimo nato in tema ittico e che già fa parlare di se,  la nuova gestione – firmata Dolci Desideri – dell’altra gelateria Tony, quella su Circonvallazione Gianicolense.

Ed eccoci giù in fondo! Ci pare di averle nuovamente percorse – tra le righe su e giù – le salite e le discese “monteverdine” del sapore.
Pronti a ricominciare per scorte, per le prossime novità e… per mettere il naso tra gli sfondi che hanno ospitato gli ultimissimi ciak di Woody Allen in compagnia di Benigni in “To Rome with Love“, film che sarà in sala dal 20 aprile.