Categoria: Fuori GRA Terra

Fattoria di Fiorano – il buono, il bello e il biologico alle porte di Roma

Scrivere di Fiorano, della fattoria biologica di Fiorano ci mette davvero buonumore. Anzi a dirla tutta ci rende contenti, fieri di essere di queste parti. Per una serie di motivi. Le intenzioni e i principi sono proprio buoni e genuini, come piacciono a noi. A un certo punto le tre sorelle Antinori, nipoti del Principe che svariate decine di anni fa ereditò i terreni di Fiorano, hanno deciso di recuperare un “pezzo” della loro storia. Non più tardi del 2011 un recupero che ha messo in fila: il pregiato e fregiato vino Fiorano non più prodotto per anni, uno degli edifici storici...

Leggi tutto

Sora Maria e Arcangelo a Olevano Romano – territorio con originalita’

Capita di abbandonarsi a pranzi e cene “fuori-porta”. In inverno e in estate, il “fuori-porta” non conosce stagione. O meglio a dirla tutta – e a voler abusare del significato delle parole – quello giusto le conosce le stagioni, eccome. Anzi diciamocelo: deve conoscerle, tanto per farti sprofondare nel clima e nell’aria che – guarda caso – cerchi dopo esserti lasciato alle spalle il cemento, quanto per catapultare i sensi verso  sapori e odori di periodo lontani da scaffali e locali omologati che le stagioni le hanno dimenticate. E tentano di farle dimenticare anche a noi. Ecco Sora Maria e Arcangelo è uno di quei “fuori-porta” giusti. A Olevano Romano – tra Castelli e Monti Simbruini, sufficientemente lontani dal cemento. Tra materie “vivaldiane” (e si lasciateci coniare un termine solo che sappia al tempo stesso di 4 stagioni). A questo aggiungeteci spasmodica attenzione al territorio e alla qualità degli ingredienti, tanto da riservare tutto l’anno un posto speciale a svariati Presìdi Slow Food (compreso menu degustazione dedicato), passione per il mestiere tramandata e preservata di generazione in generazione,  riuscite occasioni di incontro tra preparazioni della memoria e ricerca, location accogliente in un verace palazzetto di paese più un servizio cordiale e particolarmente efficiente. Ecco lì che una visita è auspicabile, saltandola si perderebbe obiettivamente un pezzo di cultura gastronomica dell’interland capitolino. E’ giusto di qualche settimana fa il nostro faccia a...

Leggi tutto

4 “Dolci” recenti aperture a Roma e dintorni

English version Lo avevamo già detto, e ci ripeteremo dunque: Roma è davvero in fermento, “culinariamente” parlando! Tra fine 2011 e inizio 2012 diverse sono state le nuove aperture qui e lì sul territorio romano. In attesa di esplorarle come si deve, ecco intanto un breve e rapido passaggio per quattro novità “dolci” che si sono subito distinte. Prendete nota… 1) I Dolci di Nonna Vincenza. Tradizione siciliana da Catania direttamente a Roma in un punto vendita nuovo di zecca con arredi scuri ed eleganti e pieno zeppo di prelibatezze targate Trinacria. Si trovano cannoli freschi, cassate, pasta di mandorle, dolcetti ai pistacchi, buccellati ma anche rosoli e confezioni. Curiosi? Volete già qualche dettaglio in più? Sbirciate nel post di Katie Parla (in inglese) da cui abbiamo pescato la foto che vedete qui.  Informazioni pratiche:  Via Arco del Monte (Campo de’ Fiori) 98/a 98/b Roma, telefono 06.92594322. Aperto lun-dom 07:30-21:00. 2) Bakery House. Ecco un locale in perfetto stile “made in USA” dalla sistemazione degli interni, alle formule-accoglienza, alle preparazioni. E così breakfast a base di pancakes, plumcake, granola yogurt,… brunch (11:00-4:00 sabato, domenica e festivi) con i classici americani che parlano di uova strapazzate con bacon, french toast, ham and cheese omelette, bagels e sandwiches farciti, i dolci della colazione più da bere succo d’arancia e caffè americano, lunch e dinner (con la versione salato del brunch) e tea. Tutto è disponibile anche in takeaway e delivery nei...

Leggi tutto

Tavole Romane, tutto il Buono di Roma

Registrati

Inserisci la tua email per registrarti e rimanere aggiornato sui nostri nuovi contenuti! Quando vorrai potrai revocare l'iscrizione.

Cinguettiamo

Video

Loading...

Google Translate

Pin It on Pinterest