In arrivo l’aggiornamento per Natale 2011 e Capodanno 2012!

Le feste natalizie sono nell’aria e ogni cosa nelle strade lo ricorda: luci, addobbi, tappeti rossi a ornare le strade, mercatini di quartiere, e anche le ormai rigide temperature. E’ quindi tempo di prepararsi a scartare i pacchi regalo. Ecco allora un anticipo per i romani che restano in città e per i turisti in visita durante le feste: una nostra selezione di locali per il pranzo di Natale e la serata di Capodanno, tutta da “scartare” alle prossime righe.

Seguite i link per tutti i dettagli sui menu e per maggiori informazioni sui locali.

Pranzo di Natale
Mentre la cena della vigilia rimane tradizionalmente ancorata alle mura domestiche e la maggior parte dei locali chiude “le porte”, si sta diffondendo col tempo l’usanza di trascorrere il pranzo di Natale comodamente seduti al ristorante. Dunque, dove andare e che tipo di offerta aspettarsi?

1) Vino e Camino (Roma): siamo stati solo una volta all’indirizzo romano (aperto da non molto) ma è scoccato quasi un “colpo di fulmine”. Un locale che secondo noi non ha eguali per qualità/prezzo nel centro storico. Menu a 80€ + vini (dettagli menu). Per un Natale “genuino”.

2) OS Club: è tra le new entry del panorama gastronomico romano di cui si è parlato e scritto di più negli ultimi tempi (ha aperto da pochi giorni, vi consigliamo di leggere cosa ha scritto Katie Parla a proposito del ristorante). Formula Brunch con buffet natalizio dolce e salato a 60€ + bevande (25€ per i bambini). Per un Natale “fashion”.

3) Osteria Le Coq: una cucina “semplice” a prezzi “onesti” per questa osteria aperta da circa 1 anno a Monteverde. Ancora non abbiamo avuto modo di sperimentare direttamente, ma le varie “citazioni” sul web – in particolare racconto e foto di Bocchetti più i commenti scaturiti (al link) – ci fanno ben pensare e sperare. Menu a 45€ più bevande (dettagli menu). Per un Natale “familiare”.

4) Pascucci al Porticciolo (Fiumicino): uno dei migliori indirizzi per qualità/prezzo a Fiumicino e dintorni. Nessuna offerta speciale per il giorno di Natale ma il locale resta aperto e c’è possibilità di scegliere alla carta secondo gusti o di optare per il classico menu degustazione a 75€ + bevande (dettagli menu). Per un Natale “marino”.

5) Giuda Ballerino: balzato agli onori della cronaca gastronomica per la recente stella Michelin, un indirizzo a due passi da Cinecittà dove sperimentazione ed emozioni a tavola sono di casa. Osteria e Ristorante si “riuniscono” per il pranzo di Natale con un menu comune a 70€ + bevande e si “ri-separano” per Capodanno ciascuna portando con se il proprio menu, quello a 85€ dell’Osteria e quello a 200€ del Ristorante (dettagli menu). Per un Natale “di stelle”.

Cenone di Capodanno
Se ritenete che la buona cucina sia un elemento irrununciabile per iniziare bene il nuovo anno scorrete la nostra selezione e chissà che non troviate la tavola giusta! Nel prepararla ci siamo divertiti ad abbinare ad ognuna – con un pò d’ironia – l’augurio che secondo noi gli si addice di più.

1) Antico Arco: tra i nostri locali preferiti per occasioni più o meno importanti. A due passi dal Gianicolo, ha il plus di consentire – con una breve passeggiata – una vista mozzafiato su Roma illuminata dai fuochi di Capodanno. Menu a 200€ compreso vino iniziale e bottiglia di champagne (dettagli menu – nella sezione eventi). Per un 2011 all’insegna della “joie de vivre”

2) Settembrini: uno dei “progetti” di cui si è parlato di più nel 2010. Il ristorante – dall’ambiente curato ma disinvolto – compie ormai 5 anni e rappresenta una certezza. A guidare in cucina il noto chef Luigi Nastri in compagnia di Luca Boccoli sommelier di prim’ordine. Menu a 130€ + bevande e la possibilità di abbinare a 70€ una degustazione di champagne (dettagli menu – l’allegato include anche la descrizione dell’offerta per la cena di Natale take away). Per un 2011 “gastrofanatico”.

3) Margutta RistorArte: una soluzione vegetariana in pieno centro per chi dopo cena vuole proseguire i festeggiamenti tra piazza di Spagna e dintorni. Ambiente curato e colorato, con esposizione di alcune opere d’arte contemporanea. Menu a 120€ + vini (dettagli menu). Per un 2011 “verde”.

4) La Tana der Porpo: su via Boccea a qualche chilometro dal Raccordo, un locale – condotto dal suo appassionato chef Carmine Salierno – pensato per gli amanti del buon pesce, per giunta a prezzi da non credere per Roma. Menu a 75€ (dettagli menu). Per un 2011 “verace”.

5) Glass Hostaria: “coccole stellate” nel cuore di Trastevere con la cucina di Cristina Bowerman e l’accoglienza che riserva agli ospiti insieme a Fabio Spada. Inutile aggiungere altro per un indirizzo così rinomato. Menu a 170€ incluso aperitivo e brindisi con champagne (dettagli menu). Per un 2011 “frizzante”.

5b) Antica Osteria L’Incannucciata: lo chef Dino de Bellis propone una rivisitazione alla “marinara” del menu classico romano nel suo locale alla Giustiniana. Menu a 80€ + bevande, con la possibilità di abbinare a 20€ la degustazione di vini e champagne al calice (dettagli menu). Per un 2011 “romano”.
[aggiornamento del 19 dicembre]

Chiudiamo con una proposta alternativa – non propriamente in ristorante – sempre pensata per gli amanti del cibo (e della musica): il Capodanno Greatest Hits The Fooders – Francesca Barreca e Marco Baccanelli – per assaggiare i loro migliori piatti del 2010. La cornice è il loft CASA26. Per indirizzo, prezzo e prenotazioni info@thefooders.it (dettagli menu). Per un 2011 “anarchico”.

E ora spazio ai vostri commenti e ad altre proposte “ammalianti” di cui siete a conoscenza…

Immagini: Adnkronos, Dissapore

Share